gengivite denti

gengive normali

COSA INTENDE IL TUO DENTISTA QUANDO PARLA DI GENGIVITE

Per gengivite si intende l'infiammazione dei tessuti gengivali, caratterizzata da gonfiore, arrossamento e sanguinamento. La malattia è reversibile dopo rimozione delle cause responsabili.


L'accumulo di placca lungo il margine gengivale scatena una reazione infiammatoria dei tessuti molli. Il tartaro non sembra svolgere un'azione diretta contro la gengiva, ma favorendo l'adesione e l'accumulo batterico generalmente aggrava la situazione.

Il deposito di batteri sulle superfici dentali è da solo responsabile dell'infiammazione.

Già dopo le prime 24 ore l'epitelio orale è stimolato dai microbi a produrre mediatori proinfiammatori. I primi segni clinici si riscontrano dopo circa 7 giorni, quando inizia la degenerazione dei fibroblasti (probabilmente per morte cellulare) che sono responsabili della compattezza del tessuto gengivale. Il gonfiore aumenta gradualmente, fino a quando non viene rimosso lo stimolo. Superato un tempo limite, variabile in funzione del sistema immunitario dell'individuo e dell'aggressività delle specie batteriche coinvolte, la gengivite reversibile sfocia in parodontite irreversibile, in quanto l'infiammazione non è più contenuta nella gengiva bensì coinvolge tutti i tessuti parodontali.

Continua su Wikipedia

 

gengivite dentale

gengive infiammate

 

 dentisti

 mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Immagini realizzate da:
laboratorio LOA snc